Perugia City; Perugia è una città ricca d’ arte e di storia, la città stessa conferma un’ armonioso senso Medievale.
Fu una città fondata dagli Etruschi,  molteplici  sono i pozzi, sparsi per tutta la cittadina tra cui il più celebre il pozzo Etrusco o pozzo di Sorbello.
Ancora oggi è visitabile e se andate a Perugia ve lo consiglio calorosamente, perchè è qualcosa di veramente unico, anzi tra tutte le cose che ho visto e visitato è quella che personalmente di più mi ha affascinato, sarà perchè entri in un pozzo a piedi, sarà perchè è databile alla seconda metà del III secolo a.c (mamma mia) sarà perchè è profondo 37 m o perchè la struttura, l’ intera enorme struttura si regge principalmente da una copertura costituita da imponenti travature in travertino posizionate senza l’uso di malte o calci che formano due “capriate” ciascuna del peso di 80 quintali.
La proprietà della struttura è privata ed è gestita dalla Fondazione Ranieri di Sorbello ma è inserita nel circuito Perugia Città Museo.
Bè qualcosa di affascinante e visitarlo costa solo pochi euro quindi, andateci. 😛

 

 

Poi un’ altro elemento della cultura Etrusca è senza dubbio l’ Arco Etrusco o di Augusto, il più grande della città, anche questo vi consiglio di non perdervelo.
Per quanto riguarda il centro storico è un’ acropoli, Perugia infatti è la città italiana più popolata fra quelle poste a un’ altitudine superiore a 250 metri.
Ci sono cinque porte e cinque borghi medievali… ah! Cosa fantastica puoi girarla a piedi e se vuoi è anche ben collegata, tutta la cittadina infatti è caratterizzata da ascensori e scale mobili, poi c’ è anche un trenino ma per quanto mi riguarda io non l’ ho preso perchè ho preferito girarmela tutta passeggiando.
Il nome Perugia, come in pochi sanno non è dato dal cioccolato (buonissimo tra l’ altro al centro c’ è anche il negozio della Perugina, tappa fissa ovviamente) ma bensì il nome anche ha origini molto antiche; il nome è di origine Etrusca ed è stato dato in onore di un’ antico guerriero: ” Irumina Phersnachs” ossia Phersna: Perugia e -ch: proveniente da, quindi il Perugino.
La piazza maggiore, piazza IV Novembre è sicuramente la tappa più comune di ogni turista, è la piazza che in parte ho illustrato nell’ anteprima dell’ articolo. 🙂
Lì c’ è la famosa Fontana Maggiore, la fontana che da ben 700 anni riceve l’ acqua dal Monte Pacciano.
Essa fu progettata in stile gotico da Pisano, realizzata in pietra d’ Assisi ed è ricca di bassorilievi e statue raffiguranti  ninfe, segni zodiacali, scene dell’ antica Roma e della Bibbia.

Attraversando le scale invece, per poi arrivare dalla stazione al centro storico si passa, si può anche passare per la Rocca Paolina, essa fu costruita tra il 1540 e il 1543 per volere di Papa Paolo III ed è stata simbolo di punizione per i Perugini, adesso ospita mostre ed eventi.  Oggi, dopo le demolizioni restano gli imponenti sotterranei con i basamenti degli edifici medievali dell’antico borgo di Santa Giuliana e delle case dei Baglioni che, insieme alla Porta Marzia, vennero inglobati nella fortezza.
Veramente suggestiva, nella mi graduatoria è la seconda tappa assolutamente!

Un’ altra cosa che ho amato di questa città è senz’ altro la gente, sono tutti molto cordiali, è una città Universitaria, la notte si popola incredibilmente di ragazzi e ragazze in maniera quasi smisurata direi, tutti stanno insieme con poco, una birra, due chiacchiere o magari a qualche evento organizzato nei weekend in piazza, è una città attiva la sicurezza è presente e le strade sono pulite; insomma non sarebbe neanche male andarci a vivere, e credo che questo sia un particolarità per una cittadina medievale!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *