Stranger Things 2 recensione

Uscita ITA 27 ottobre 2017

Produttori: Matt Duffer, Ross Duffer, Shawn Levy, Dan Cohen

Cast: Winona Ryder, David Harbour, Millie Bobby Brown, Gaten Matarazzo,

Caleb McLaughlin, Natalia Dyer, Matthew Modine, Noah Schnapp, Joe Keery,

Sadie Sink, Dacre Montgomery, Sean Astin, Paul Reiser, Charlie Heaton.

Dopo la prima stagione vista in praticamente due giorni, (tempo permettendo perché è una di quelle serie da nerd con cui ti ci chiudi in tutti i sensi), la seconda stagione è ora su Netflix e promette molto bene.

Premetto che ho iniziato a vedere questa serie, spinta dalla curiosità, perché stavo vedendo che in pochissimo tempo ha riscontrato un’ enorme successo, una serie ideata dai fratelli Duffer a me sinceramente sconosciuti, eppure in poco tempo questa stagione è diventata popolare e per ora è la più amata fra i giovani, un po’ come fu con “Tredici” un’ altra serie che si è fatta valere in veramente pochissimo tempo, e avendole viste entrambe posso dire che hanno anche molti riscontri simili, quindi se avete amato Tredici non potete non amare “Stranger Things“.

I fratelli Duffer hanno iniziato con un bassissimo badget ed ora ovviamente la cosa è ben diversa, senza spoilerare nulla lo potete vedere dalla copertina qui accanto: l’ enorme mostro oscuro sembra minacciare la città di Hawkinsincombe paralizzando e lasciando a bocca aperta chi lo guarda.

Sembrava fosse tutto apposto, dopo che undici “Undi” così chiamata dai suoi amici: Mike, Will, Dustin e Lucas aveva ucciso, fatto fuori, con i suoi poteri psichici il demone gorgone e dopo che i nostri protagonisti con l’ aiuto di Nency, Jonathan e della madre premurosa ma talvolta un po’ adorabilmente nevrotica Joyce e del protagonista della prima stagione il poliziotto Hopper avevano finalmente ritrovato Will nel sottosopra.

No spoiler, Will dopo un’ anno inizia ad avere delle visioni; allucinazioni dovute al trauma? O forse l’ oscurità realmente tornerà?…

Undici cresce, non posso dire dove si trova e che cosa ha fatto un anno lontana dai suoi amici e soprattutto da Mike che tenero continua a cercarla ogni giorno con il suo walkie talkie :'(  lei è viva, sta bene, e questo l’ abbiamo visto e capito dall’ ultima puntata della prima stagione, ma è costretta a nascondersi, una cosa è certa la protagonista di questa stagione è lei quindi, ne vedremo delle belle!

Un serie fantastica, fantascientifica, fantasy e horror ambientata negli anni 80, precisamente nel 1984 anno in cui nascono per l’ appunto i Duffer Brothers.

Non mancheranno nuovi personaggi, tra cui Bill un fratellone? (psicopatico) e la sua sorellina Max la quale entrerà a far parte del gruppetto e Bob, il tenero Bob al fianco di Joyce.

Nency e Steve gli unici a sopportare il peso della morte di Barbara l’ amica di Nency prima scomparsa poi ritrovata morta dall’ altra parte invece, inizierà ad essere un problema realmente troppo grosso da sopportare.

Insomma anche la seconda serie promette molto molto bene, se vi è piaciuta la prima, questa non sarà da meno.

Le cose strane sono dietro l’ angolo pronti a non farvele scappare?!

Ghostbusters“!! 👻 👻

 

 credit photo: http://www.rollingstone.it/wp-content/uploads/2017/10/st2vertical-mainpreus.jpg

 

11 thoughts on “Stranger Things 2 recensione

  1. anche io amo i fantasy mi piacciono molto questo lo devo assolutamente vedere anche io ho netfix non devo perdermelo

  2. Ciao
    per una “malata” di serie di tv come me questa di sicuro non deve mancare nel mio “repertorio”
    La guarderò senz’ altro, mi ha incuriosito, ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *