Come funziona la Reflex?

Oggi voglio darvi qualche consiglio, o meglio ancora, voglio rispondere alla prima domanda che tutti noi quando abbiamo iniziato a fotografare quasi sicuramente ci siamo fatti, ossia: come funziona la Reflex?

Non voglio perdermi troppo in chiacchiere, quindi andiamo subito al sodo 😉

La Reflex inanzi tutto si chiama così perché al suo interno ha uno specchio, uno specchio che riflette l’immagine.

Vediamo nel dettaglio com’è fatta una Reflex.

Intanto è composta da due elementi principali, un corpo macchina e un’obiettivo; l’obiettivo è composto a sua volta da lenti e lamelle, tempo fa ho dedicato un’articolo per spiegare le tre categorie di obiettivi, clicca qui se vuoi approfondire e se vuoi capire quale obiettivo comprare in base a ciò che vorrai fotografare.

Per quanto riguarda le lamelle degli obiettivi, una cosa va detta, più le lamelle sono strette, vicine tra di loro, meno luce entra e più area messa a fuoco riesco ad ottenere, invece più le lamelle sono larghe, lontane più luce entra e meno area riuscirò a mettere a fuoco.

L’apertura del diaframma s’indica con la f+il numero.

Solitamente partiamo da 1.8 f ossia una grande apertura e chiudiamo ad una massima di 22 f .

Quindi più è piccolo il numero più apertura avrò.

La differenza è che le ottiche luminose, quindi che hanno 1.8 f sono molto costose, ma a mio parere sono anche quelle con cui riuscirai ad ottenere i risultati più belli.

Ma torniamo ora al corpo macchina, esso è composto da: uno specchio che ha un’angolazione a 45° che riflette la luce che entra nell’obiettivo, verso il mirino.

La luce entra nell’obiettivo, rimbalza sullo specchio e si riflette sul pentaprisma e dal mirino riesco a vedere così l’immagine.

Quando scattiamo lo specchio si alza, avete notato un rumore nel momento dello scatto? Quel rumore è dato proprio dal movimento dello specchio durante lo scatto.

Lo specchio si alza per dare la possibilità alla luce di entrare ed essere impressa/registrata dal sensore (una volta la luce veniva impressa sulla pellicola).

Quindi il mirino ottico ti permette di vedere l’immagine prima di scattare (immagine che poi sarà impressa nel sensore) grazie al sistema di specchi spiegato prima.

Il pentaprisma è un sistema di specchi composto da 5 specchi, senza noi vedremmo l’immagine capovolta.

Abbiamo poi l’otturatore ossia una sorta di blocco, di tappo tra il sensore e lo specchio, l’otturatore serve a non far entrare la luce, o meglio determina per quanto tempo entrerà la luce.

La velocità dell’otturatore la indichiamo quindi con t ossia il tempo che andrò ad impostare.

Immaginate una tendina che si alza e si abbassa meno o più veloce, quello è l’otturatore.

Infine abbiamo il sensore, ossia una piastrina sensibile alla luce composta da pixel.

Abbiamo poi sopra un piccolo flash, di solito si attiva pigiando un pulsante al lato destro (sopra o sotto a seconda della Reflex) la rondella con le varie modalità di scatto, (questa poi la andremo ad approfondire in un’altro articolo) ed infine abbiamo sotto, l’alloggio per la batteria, e di lato (a destra di solito) o sempre sotto (vicino alla batteria) abbiamo l’alloggio per l’SD (la memory).

L’SD è estraibile ed è li che saranno impresse,registrate le nostre foto.

Abbiamo infine LCD ossia lo schermo, da lì possiamo visualizzare le nostre foto, prima e dopo lo scatto, cosa che nelle vecchie analogiche non era proprio possibile fare 🙂

Spero che l’articolo vi abbia chiarito un po’di cosette, seguimi sui miei canali social se ti va, o alla prossima guida!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* * * Questo form raccoglierà il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio così che noi possiamo tenere traccia dei commenti postati sul nostro sito web. Per maggiori informazioni controlla la nostra privacy policy, in alto nel menù dove troverai info su dove, come e perché noi conserviamo i tuoi dati. Per rimuoverla puoi fare la richiesta qui https://www.foto-grafica-valeriagennaro.it/gdpr-richiedi-dati-personali/ - Ho letto e acconsento alla Privacy Policy -

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.